Condividere questo
30.07.2018

Masserdotti continua a investire sul cutter Zünd

Il gruppo italiano Masserdotti ha optato ancora una volta per la tecnologia di taglio digitale di Zünd. L'investimento continuo su un cutter G3 Zünd ha consentito allo specialista della stampa digitale di essere più efficace e performante nell'ambito della fresatura.

50 anni dopo gli inizi in un piccolo laboratorio "equipaggiato con poca tecnologia ma con tanta fantasia e creatività", Masserdotti si è guadagnato un nome come fornitore di servizi nel settore della comunicazione visiva, che nel frattempo si è esteso ben al di là dei confini nazionali. L'azienda, la cui direzione è ora nelle mani di Alberto Masserdoti, la seconda generazione, ha sede a Castel Mella, non lontano da Brescia, nel Nord Italia e occupa circa 40 collaboratori. Masserdotti è stato, negli anni 90, pioniere nel settore della stampa digitale, aprendo gradualmente nuovi campi di attività grazie alla costante digitalizzazione dei processi. Da dieci anni, produce su larga scala per il settore del design per interni. Nel 2011 l'accesso al settore del digital signage ha rappresentato la logica estensione dell'offerta.

Nella primavera 2018 Masserdotti ha scritto il capitolo più recente della storia dell'azienda con l'apertura di un nuovo stabilmento di produzione. In un'area produttiva pari a10'000m2 viene utilizzata la tecnologia più moderna. Per il finishing digitale, da due anni si utilizza un cutter G3 Zünd con produzione a tre turni. Nell'autunno 2017 e nella primavera 2018 sono stati aggiunti ulteriori cutter G3 Zünd. Contemporaneamente, Masserdotti ha investito con un modulo di fresatura RM-L con una potenza di 3,6kW, ottenendo prestazioni e flessibilità ancora più elevate nella lavorazione dei materiali come l'acrilico e il legno. A questo proposito Alberto Masserdotti afferma: "Quando scegliamo i nostri investimenti, è cruciale che i sistemi di produzione possano essere integrati in maniera semplice nel nostro workflow e incrementino il nostro livello di qualità. I sistemi di taglio digitale di Zünd soddisfano questi requisiti." Con il cambiafresa automatico ARC, Masserdotti è passato a processi automatizzati anche nell'handling degli utensili. Nell'investimento nei sistemi di taglio di Zünd, Masserdotti vede anche un'altro grande vantaggio: "Possiamo lavorare sempre più materiali. Grazie ai cutter Zünd oggi siamo in grado di lavorare tutto sullo stesso cutter dal PVC ai tessuti in poliestere, fino alle piastre rigide.»